tuina

Il tuina, massaggio tradizionale della medicina cinese, è una delle cinque modalità di trattamento della persona che da sempre ne fanno parte, insieme all’agopuntura, alla fitoterapia, all’alimentazione energetica in base alla medicina cinese e al qigong.

La specificità del tuina è quella di incorporare al suo interno sia tecniche più “superficiali” di lavoro sui meridiani tendino-muscolari (strutture energetiche di muscoli, tendini e legamenti) e sulle articolazioni, sia tecniche adatte a un lavoro più “interno”, che agiscono sui meridiani (canali energetici) e sui punti utilizzati anche dall’agopuntura. Il risultato è un trattamento sicuramente rilassante, ma che soprattutto va ad agire sui disequilibri energetici della persona, eliminandoli e migliorando quindi anche quelle che ne sono le fastidiose manifestazioni esterne.

Come tutte le tecniche della medicina cinese, il tuina ha una visione olistica ed energetica dell’essere umano: ogni trattamento è preceduto da una specifica valutazione dello stato della persona, del funzionamento energetico dei suoi organi, delle condizioni di sostanze e meridiani (valutazione energetica), che richiede un colloquio e l’osservazione di lingua e polsi. La valutazione energetica permette di individualizzare il trattamento, variandolo non solo da persona a persona, ma anche rispetto allo stato di chi in quel momento lo riceve: in un ciclo di trattamenti tuina, quindi, molto spesso ogni incontro sarà diverso dal precedente e dal successivo.

Il tuina, però, non è una specialità medica, ma rientra fra le discipline liberamente praticabili dagli operatori non sanitari. Cosa significa questo?

1) che un operatore tuina non fa diagnosi, non agisce su patologie, non cura né tantomeno guarisce le persone. I trattamenti del vostro operatore tuina non sono in concorrenza né sostitutivi delle visite e delle cure del vostro medico, che dovrete sempre e comunque consultare per tutti i problemi relativi alla vostra salute

2) un operatore tuina non fa riabilitazione: per questo esistono i fisioterapisti, che hanno seguito un corso universitario specifico

3) un operatore tuina non si occupa delle malattie, ma considera i disturbi del/la suo/a cliente come indizi di un disequilibrio energetico interno. Un esempio? La medicina occidentale considera il mal di testa come una patologia e di conseguenza prescrive una terapia a base di farmaci mirati. Per la medicina cinese, il mal di testa è un segno equiparabile a molti altri e prende un significato completamente diverso a seconda del contesto in cui è inserito e delle sue caratteristiche specifiche: analizzando tutti questi elementi è possibile fare una valutazione energetica e, di conseguenza, costruire un trattamento mirato a quello specifico disequilibrio.

Il tuina (e la medicina cinese in generale) non mira quindi alla cura di una patologia, come può essere il mal di testa, ma al riequilibrio di una situazione energetica, che può causare tante diverse manifestazioni esterne, presenti insieme (il mal di testa, la stitichezza e l’irritabilità ad esempio).

Proprio per questa possibilità di estrema individualizzazione, il tuina è inoltre specificamente indicato per il mantenimento del benessere in persone che godono già di un ottimo stato di salute.

Per informazioni sui trattamenti tuina o per prendere appuntamento per un trattamento a Genova, scrivimi a info@benesseredonne.it

Francesca Cassini

Condividi: