elementi della medicina cinese

I cinque elementi della medicina cinese: cinque diverse modalità dell’esistenza, che descrivono le diverse fasi di passaggio fra massimo dello yin e massimo dello yang

Nella prima parte dell’articolo (clicca qui per leggerla) abbiamo descritto le caratteristiche di fuoco e terra, i primi due elementi della medicina cinese. Proseguiamo quindi con gli altri tre elementi:

 

elementi della medicina cinese

 

Il metallo

金 Metallo > è fermo ma anche malleabile, si trova nelle profondità della terra, se lo si scioglie tende a solidificarsi, è legato al movimento di contrazione e passaggio dall’esterno all’interno

È un elemento di tipo yin: si trova in basso, tende alla forma solida e al movimento di contrazione, non muta di stato se non dietro a uno stimolo fortemente yang (calore), ma la sua capacità di sciogliersi ne rappresenta il lato yang.

Queste caratteristiche sono rispecchiate anche in:

  • autunno: il momento in cui la linfa delle piante si ritira verso l’interno e verso il basso (le foglie muoiono e cadono)
  • bianco: il colore chiaro di molti metalli
  • piccante: sapore diaforetico (che fa sudare) e che quindi riequilibra la tendenza alla contrazione del metallo
  • polmone: l’organo che porta verso il basso l’aria
  • tramonto: momento in cui la luce del giorno si “contrae”, per lasciare il posto alla notte
  • ovest: il punto cardinale dove tramonta il sole
  • olfatto: il senso che si attiva quando l’aria dall’esterno passa all’interno del naso

 

elementi della medicina cinese

 

 

L’acqua

水 Acqua > umidifica, rinfresca, tende a cadere verso il basso

Fra i cinque elementi, è quello più yin: il suo movimento è verso il basso, è legato alla raccolta e alla conservazione, la sua caratteristica è quella di rinfrescare/raffreddare e umidificare. Questo la mette in collegamento con:

  • inverno: la stagione più buia e fredda dell’anno
  • nero: il colore del buio e della notte
  • salato: il sapore del mare, la più grande massa d’acqua sulla Terra
  • rene: fra i cinque organi, quello collocato più in basso e collegato in modo importante al metabolismo dei liquidi
  • mezzanotte: il momento più buio e freddo della giornata
  • nord: il punto cardinale dove non transita mai il sole
  • udito: il senso legato al rene, il più profondo degli organi

 

elementi della medicina cinese

 

 

Il legno

木 Legno > cresce, si espande, si radica nella terra ma si slancia verso il cielo, è legato al movimento dall’interno verso l’esterno

Non si tratta del legno come materiale, ma come albero/pianta vivente. Fra i cinque elementi, si caratterizza come fortemente yang (si espande verso l’alto e in tutte le direzioni, cresce rapidamente, muta), ma è anche ben radicato nello yin (le sue radici affondano nella terra). Queste caratteristiche sono riconoscibili anche in:

  • primavera: stagione della crescita e dell’espansione, in cui nascono piante e fiori e gli alberi germogliano
  • verde: il colore delle foglie, dell’erba e dei germogli primaverili
  • acido: il sapore aspro dei frutti che, in primavera, non sono ancora maturi
  • fegato: l’organo che, per la medicina cinese, governa il libero fluire di qi (“energia”) e sangue in tutte le direzioni
  • alba: momento in cui la luce cresce e si espande
  • est: il punto cardinale dove sorge il sole
  • vista: il senso che ci permette di proiettarci di più all’esterno

 

I cinque elementi della medicina cinese: le relazioni di generazione e di controllo

La teoria dei cinque elementi, però, non si limita a categorizzare cinque diverse modalità dell’esistenza, ma ne descrive anche le relazioni reciproche come fasi di un passaggio graduale e armonico dal massimo dello yin al massimo dello yang e ritorno.
La disposizione circolare degli elementi nella rappresentazione tipica che ne fa la medicina cinese, infatti, allude proprio al ciclo armonico in cui questi sono inseriti: non a caso, la rappresentazione circolare è propria anche dei concetti di yin e yang:

 

Per mantenere questa armonia, i rapporti fra i cinque elementi della medicina cinese sono regolati da leggi specifiche, il cui scopo è quello di garantire a ogni elemento il giusto sostegno e di far sì che nessuno dei cinque prevalga sugli altri:

  • la legge di generazione spiega come ogni elemento sostenga (in medicina cinese, generi) l’elemento successivo: il fuoco genera la terra (ciò che viene bruciato diventa cenere, dal potere fertilizzante), la terra genera il metallo (che si trova nelle profondità della crosta terrestre), il metallo genera l’acqua (per la sua capacità di passare allo stato liquido), l’acqua genera il legno (perché è vitale per le piante), il legno genera il fuoco (è il combustibile per eccellenza). Nel ciclo di generazione l’elemento che genera viene chiamato “madre” e quello generato “figlio”.
  • la legge di controllo spiega come ogni elemento limiti (in medicina cinese, controlli) i potenziali eccessi di quello situato due posizioni dopo: il fuoco controlla il metallo (perché lo fonde), il metallo controlla il legno (perché lo taglia), il legno controlla la terra (le radici degli alberi la imbrigliano), la terra controlla l’acqua (costituisce le sponde di fiumi e laghi), l’acqua controlla il fuoco (perché lo spegne). Nel ciclo di controllo l’elemento che controlla viene chiamato “nonno” e quello controllato “nipote”.

Se questi meccanismi di autoregolazione non funzionano, ecco che l’armonia si rompe.

I cinque elementi sono tutti presenti in ogni essere umano (funzioni, emozioni, risonanza con stagioni, colori, sapori…), ma ognuno di noi può trovare in sé la prevalenza di uno o più elementi.
Come fare per capirlo? Analizzando quale sia la propria emozione prevalente, il proprio sapore preferito, la funzione fisiologica che più facilmente “va in crisi”, l’atteggiamento verso la vita…
Molto facilmente, scoprirai di essere un mix di due-tre elementi diversi. In me io riconosco soprattutto legno e metallo, con un po’ di terra ad equilibrare, tu? Lasciami le tue impressioni e/o le tue domande qui sotto nei commenti!

Francesca Cassini
info@benesseredonne.it
operatrice e insegnante di tuina
consulente di medicina cinese per il femminile
interprete e traduttrice specializzata in medicina cinese
divulgatrice professionista per la medicina cinese

Condividi:

Hai commenti o domande? Fammi sapere!